Ripresa della Talk-opera Conversazioni con Chomsky

“La melodia è di squisita fattura e di fascinosa sventatezza, crea un incantamento insieme ai suoni cangianti e sognanti dell’elettronica. (…) Allucinato lirismo. Forse è giunta l’ora di trascurare ogni possibile tentazione didascalica dell’opera. Per goderne i notevoli pregi di invenzione sonora e visiva. (…) Il canto è fatto di brevi segmenti, la melodia è persa, sonnambulica. Arrivano altre meraviglie. Un’aria ritmata sillabica, sequenze agitate un po’ minimal di tutta la piccola orchestra. E un finale da ricordare: fasce sonore intime-lunari scorrono insieme a un pit-bull nerissimo”. 
Da “La regola sonora di Chomsky” 
di Mario Gamba | IL MANIFESTO |

Il 26 settembre 2015, alla conferenza stampa della nuova stagione del Teatro Comunale di Bologna è stata annunciata la ripresa della talk-opera Conversazioni con Chomsky in un nuovo allestimento prodotto dalla Fondazione del Teatro bolognese.  La performance andrà in scena nel mese di ottobre 2016.

A motivo della sua distanza dal concetto tradizionale di opera, Conversazioni con Chomsky è stato un work in progress intrapreso nel 2010 grazie al supporto della Fondazione I Teatri di Reggio Emilia, col contributo organizzativo di Daniele Abbado e Roberto Fabbi. Con le rinnovate esigenze artistiche e di economia organizzativa, si è preferito lavorare con personaggi reali che “interpretano se stessi”, dando così molto più spazio alla parte video piuttosto che a quella scenografica/attoriale. Così com’è già avvenuto al Parco della musica di Roma, la nuova produzione di Conversazioni con Chomsky vedrà la partecipazione di personaggi reali che si alternano in un palcoscenico virtuale che è il video: il linguista/attivista Noam Chomsky, studioso di fama internazionale e docente al Massachusetts Institute of Technology, studenti e nomi storici quali Margaret Thatcher, Milton Friedman, Ronald Reagan, Salvador Allende… Lungi dall’essere un’opera di propaganda politica, Conversazioni con Chomsky tenta di far confluire alcune tematiche legate all’attivismo dentro un tessuto audiovisivo vagamente ispirato al melodramma. Il tema centrale è l’attuale contrapposizione tra due impulsi presenti nei singoli individui e nelle società: collettivismo e individualismo.

Schermata 2015-04-25 alle 12.09.12