Audio digitale: collaborazione con l’Enciclopedia Treccani

541467_10150716620899559_939357778_n

Collaborazione con l’Enciclopedia Treccani. Stesura di lemmi (ambito audio) per due volumi dedicati all’informatica e ai media digitali.

Due nuovi volumi dedicati all’informatica

Con i due nuovi volumi dedicati all’informatica, all’ICT (Information and communication tecnology) e ai media digitali, l’Istituto Treccani completa l’opera enciclopedica Scienza e Tecnica. A queste tre grandi aree tematiche corrispondono infatti la scrittura dei dati, la loro memorizzazione e la lettura-diffusione, i tre motori dell’era moderna della conoscenza che veicolano i saperi irrorando ogni comparto dell’esistenza. I volumi, di oltre 600 pagine ciascuno, contengono più di 6.000 lemmi relativi alla disciplina – l’informatica – protagonista della rivoluzione tecnologica che in pochi decenni ha toccato tutti i settori scientifici, ma anche il modo di vivere, comunicare, lavorare, apprendere, conoscere, giocare. Comprendono quindi gli strumenti che hanno cambiato il nostro modo di stare nel mondo, i protagonisti di questa rivoluzione, i linguaggi – anche i gerghi specialistici – le aziende e le discipline che compongono l’universo digitale in continua espansione, ma anche i film, i videogiochi e i libri. Inoltre, poiché il linguaggio dell’informatica è un linguaggio globale, basato sulla lingua inglese e in gran parte creato da tecnici – con un frequentissimo uso di sigle –, l’opera è intessuta di una fitta serie di rimandi che mette in collegamento tra loro le diverse forme con le quali uno stesso termine viene usato, rendendo così accessibile a tutti un argomento considerato ‘per addetti ai lavori’. Alle voci brevi, definitorie, provviste di spiegazioni essenziali, dedicate ai comandi (control,erasedelete), ai nomi di dominio (.com.net.it), ai formati di file (bmpdocjpeg), alle unità di misura (bitmegabyteGHz) o alle nuove figure (account managerbloggere-commerce manager,hacker), si affiancano voci più ampie, scelte per la loro rilevanza, comecalcolatorecreative commonscyberdatabaseFacebookpeer to peerTwitterwebwwwYouTube. Non mancano poi le voci sulla breve – in quanto rapidissima – storia delle nuove tecnologie e sugli strumenti che hanno preceduto il computer, come l’abaco e la calcolatrice meccanica, e quelle fondamentali sulla legislazione e la sicurezza, con i testi dedicati ai decreti sulla protezione dei dati personali e sugli illeciti informatici, alla legge sull’accesso agli strumenti, al cybercrime. Inoltre numerosi approfondimenti, veri e propri saggi firmati, ampliano le informazioni su argomenti di particolare interesse come la business intelligence, il cloud computing, la computer art, le culture digitali, il digital divide. I lemmi sono corredati di un ricco apparato di illustrazioni e grafici radar, che collocano i vocaboli in una mappa di uso molteplice, necessaria perché molti di essi coprono più aree di diverso significato.I 160 autori sono stati scelti tra accademici titolari d’insegnamenti in corsi di laurea di ambito informatico, dell’ICT e dei media digitali, ed esperti in aree molto specialistiche, che sono in grado di elaborare scritti affidabili su tali settori. L’invenzione del codice binario e la creazione degli elaboratori elettronici hanno portato l’umanità alla cosiddetta ‘migrazione digitale’ e così come l’informatica pervade ormai ogni aspetto della società, anche quest’opera spazia dalla cibernetica all’arte, dalla biologia alle telecomunicazioni, dal marketing all’organizzazione del lavoro e costituisce quindi uno strumento indispensabile alla quotidianità di ciascuno. [Fonte: sito Treccani]